INFO

Fisica

La legge di Faraday-Neumann afferma che in un circuito attraversato da un campo magnetico il cui flusso varia nel tempo:
A: esiste una forza elettromotrice uguale e opposta alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
B: esiste una forza elettromotrice uguale in ogni istante al flusso del campo magnetico.
C: esiste una forza esterna la cui intensità è uguale e opposta alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
D: esiste una forza esterna la cui intensità è uguale in ogni istante al flusso del campo magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In base alla legge di Faraday-Neumann possiamo affermare che il weber può essere espresso in termini di:
A: volt su secondo.
B: volt per metro.
C: volt su metro.
D: volt per secondo.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Secondo la legge di Faraday-Neumann, la forza elettromotrice indotta in un circuito che è attraversato da un campo magnetico il cui flusso varia nel tempo:
A: è uguale all'inverso della rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
B: è uguale all'inverso della rapidità di variazione del flusso del campo magnetico, cambiata di segno.
C: è uguale alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico, cambiata di segno.
D: è uguale alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Secondo la legge di Faraday-Neumann, la corrente indotta in un circuito che è immerso in un campo magnetico il cui flusso varia nel tempo:
A: è proporzionale alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
B: è proporzionale all'inverso della rapidità di variazione del flusso del campo magnetico, cambiata di segno.
C: è inversamente proporzionale alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico.
D: è proporzionale alla rapidità di variazione del flusso del campo magnetico, cambiata di segno.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un circuito nel quale circola una corrente indotta:
A: il flusso del campo magnetico associato alla corrente indotta si oppone al campo inducente.
B: il flusso del campo magnetico associato alla corrente indotta si oppone alla variazione del campo inducente.
C: il flusso del campo magnetico associato alla corrente indotta si oppone al flusso del campo inducente.
D: il flusso del campo magnetico associato alla corrente indotta si oppone alla variazione del flusso del campo inducente.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se in un circuito chiuso e dotato di generatore si fa diminuire l'intensità della corrente elettrica:
A: la corrente indotta circola nello stesso verso della corrente del circuito.
B: la corrente indotta circola nel verso opposto a quello della corrente del circuito.
C: la corrente indotta mantiene costante il valore totale della corrente del circuito.
D: nel circuito non può esservi corrente indotta.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se in un circuito chiuso e dotato di generatore si fa aumentare l'intensità della corrente elettrica:
A: la corrente indotta mantiene costante il valore totale della corrente del circuito.
B: la corrente indotta circola nello stesso verso della corrente del circuito.
C: nel circuito non può esservi corrente indotta.
D: la corrente indotta circola nel verso opposto a quello della corrente del circuito.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La corrente indotta in un circuito genera un proprio campo magnetico?
A: No, a meno che la corrente indotta duri per un tempo significativo.
B: Sì, ma soltanto se in quella regione di spazio non esisteva già un altro campo magnetico di origine esterna.
C: No, mai.
D: Sì, sempre.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una spira circolare è immersa in un campo magnetico uniforme perpendicolare ad essa. Tirandola per due punti opposti viene deformata: circola corrente indotta?
A: Sì, perché varia la superficie attraversata dal campo magnetico.
B: No, perché la superficie della spira non cambia.
C: No, perché il perimetro della spira non cambia.
D: No, perché il campo magnetico è uniforme.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un circuito chiuso, fisso e indeformabile, si genera una corrente elettrica indotta se e soltanto se:
A: nelle vicinanze del circuito c'è un campo magnetico.
B: all'interno del circuito è presente un magnete in movimento.
C: all'interno del circuito c'è un campo magnetico variabile nel tempo.
D: nelle vicinanze del circuito si trova un magnete.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In quale di questi casi si manifesta certamente una corrente elettrica indotta?
A: Quando si avvicina un circuito percorso da corrente a un circuito privo di generatore.
B: Quando si avvicina un circuito privo di generatore a un altro circuito privo di generatore.
C: Quando vicino a un circuito elettrico vi è un altro circuito elettrico.
D: Quando vicino a un circuito elettrico vi è un magnete.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'unità di misura del flusso di campo magnetico è il weber, definito come:
A: il rapporto di un tesla e di un metro.
B: il prodotto di un tesla per un metro.
C: il prodotto di un tesla per un metro quadrato.
D: il rapporto di un tesla e di un metro quadrato.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'energia di cui un alternatore si serve immediatamente per trasformarla in energia elettrica è:
A: energia nucleare.
B: energia cinetica.
C: energia interna.
D: energia idroelettrica.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quando si parla di corrente alternata si intende:
A: che la corrente circola per metà del tempo, mentre per l'altra metà è uguale a zero.
B: che il valore della corrente cambia nel tempo irregolarmente da positivo a negativo e viceversa.
C: che la corrente cambia periodicamente senso di scorrimento con una dipendenza sinusoidale dal tempo.
D: che due diversi generatori si alternano nel generare la corrente.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un solenoide lungo 10 cm, avvolto in 1000 spire ognuna di area 5 cm2, viene inizialmente percorso da una corrente di 2 A; dopo 10 -3 s la corrente si riduce a 1 A.
A: L'induttanza della bobina è L = 6,3 · 10 -3 H.
B: L'induttanza della bobina è L = 4 mH.
C: L'induttanza della bobina è L = 6,3 mH.
D: La f.e.m. autoindotta è f.e.m. = 6,3 volt.
E: La f.e.m. autoindotta è f.e.m. = 0,2 volt.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una corrente alternata di intensità efficace 10 A scorre per un'ora nella resistenza da 50 Ω di uno scaldabagno.
Quali tra le seguenti affermazioni sono corrette?
A: Lo scaldabagno ha consumato 5 kW/h.
B: Lo scaldabagno ha consumato 5 kWh.
C: La resistenza dello scaldabagno dissipa energia trasformandola in calore per effetto Joule.
D: Il calore prodotto è Q = 1,8 · 104 kJ.
E: Il calore prodotto è Q = 1,8 · 104 J.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Sia WL l'energia immagazzinata in una bobina di induttanza L percorsa da una corrente elettrica di intensità I.
Come si può raddoppiare tale energia?
A: Raddoppiando I.
B: Raddoppiando L e dimezzando I.
C: Raddoppiando I e dimezzando L.
D: Raddoppiando L.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un Paese ove gli impianti domestici siano alimentati da una forza elettromotrice di valore efficace 220 V, come da noi, ma con una pulsazione di valore doppio, quale tra queste grandezze avrebbe valore diverso dal nostro?
A: La tensione massima.
B: Il valore efficace della corrente.
C: La potenza media erogata.
D: La frequenza della corrente.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una spira ruota a velocità costante attorno al proprio asse in un campo magnetico uniforme.
Il grafico della corrente indotta in funzione del tempo è ________.
La corrente non circola nella spira se il suo asse di rotazione è ________ al vettore B, perché in tal caso non c'è variazione di ________.
Se invece l'asse di rotazione è ________ a B e la velocità angolare raddoppia, la f.e.m. alternata massima ________.
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se in un circuito varia la corrente elettrica, si assiste anche alla variazione del ________ del campo magnetico attraverso la superficie del circuito. Secondo la legge di ________-Neumann la variazione di questa grandezza genera sempre una forza ________. La costante di proporzionalità tra tale forza, detta autoindotta, e la variazione della corrente elettrica nel tempo si chiama coefficiente di autoinduzione o ________ del circuito e si misura in ________.
Completamento apertoCompletamento aperto
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Una spira, inizialmente perpendicolare a un campo magnetico B, è fatta ruotare di un angolo acuto, inducendo così una forza elettromotrice.
Se poi in un eguale intervallo di tempo si riporta la spira nella posizione iniziale, allora:
A: la forza elettromotrice indotta raddoppia.
B: la forza elettromotrice indotta ha lo stesso valore.
C: la forza elettromotrice indotta è nulla.
D: la forza elettromotrice indotta ha lo stesso valore e segno opposto.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se si avvicina una calamita a un circuito chiuso, in quale caso nel circuito si manifesta una corrente indotta?
A: Qualunque sia il polo del magnete che viene avvicinato al circuito.
B: Soltanto se al circuito viene avvicinato il polo Nord del magnete.
C: Soltanto se al circuito viene avvicinato il polo Sud del magnete.
D: In nessun caso.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il valore medio della potenza erogata da una corrente alternata è uguale al prodotto:
A: dell'intensità massima di corrente per la forza elettromotrice massima, diviso per la radice quadrata di due.
B: dell'intensità massima di corrente per la forza elettromotrice massima.
C: dell'intensità massima di corrente per la forza elettromotrice massima, diviso per due.
D: dell'intensità efficace di corrente per la forza elettromotrice efficace, diviso per la radice quadrata di due.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza