INFO

Fisica

La forza ettromotrice ________  si origina in un circuito in conseguenza di una variazione del numero di ________ che attraversano la superficie del circuito.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La forza elettromotrice indotta:
A: è direttamente proporzionale alla variazione del flusso del campo magnetico concatenato al circuito.
B: è presente anche se il numero di linee di forza, concatenate al circuito, non varia.
C: si misura in Weber.
D: è stata scoperta da Albert Einstein.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La legge di Lenz dice che il ________  della corrente indotta in un
circuito è tale da generare un campo ________  che si ________  alla variazione di ________  magnetico che  origina la stessa corrente indotta.
Completamento apertoCompletamento aperto
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Le correnti di Foucault:
A: si dicono correnti parassite.
B: sono un effetto dell'induzione magnetica.
C: si possono usare in alcuni dispositivi per generare calore.
D: aumentano se i conduttori sono formati da lamelle sottili
  disposte parallelamente alla direzione del campo.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'induttanza si misura in:
A: H.
B: V.
C: A.
D: Ω
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un circuito RL è costituito da:
A: resistenza e induttanza.
B: resistenza e capacità.
C: resistenza, capacità e induttanza.
D: capacità e induttanza.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un circuito RL:
A: la costante RL è la costante di tempo del circuito.
B: la costante L/R è la costante di tempo del circuito.
C: la forza elettromotrice autoindotta diventa massima quando l'intensità di corrente che circola diminuisce.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

In un induttore ideale:
A:
si  immagazzina un'energia che è proporzionale al valore dell'induttanza.
B: si  immagazzina un'energia che è proporzionale al quadrato del valore
dell'intensità di corrente che in esso circola.
C: c'è dissipazione d'energia come nelle resistenze
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La densità d'energia del campo magnetico:
A: è proporzionale al quadrato di B.
B: ha unità di misura Joule/m.
C: è diversa da zero in presenza di un campo magnetico generato da una qualsiasi sorgente.
Vero o falsoVero o falso
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un grande solenoide è costituito da 103 spire di raggio r = 1,0m. Il solenoide è lungo 314 cm ed è immerso nel vuoto  è percorso dalla corrente di 1,0 A. Calcola il coefficiente di autoinduzione.
A: 1,3 H
B: 2,6 H
C: 1,3 × 10 −4 H
D: 2,6 V
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tre le seguenti affermazioni è errata?
A: In un circuito indotto (quindi non alimentato) circola corrente quando si accende o si spegne il generatore nel circuito induttore.
B: In un circuito indotto (quindi non alimentato) circola corrente quando è in moto relativo rispetto a un magnete.
C: In un circuito indotto (quindi non alimentato) circola corrente quando si modifica la sua orientazione rispetto al circuito induttore.
D: In un circuito indotto (quindi non alimentato) circola corrente quando è immerso in un campo magnetico costante.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

A: L'intensità della fem indotta dipende dalla velocità con cui si realizza la variazione a cui si deve l'effetto di induzione.
B: L'intensità della fem indotta è indipendente dall'intensità del campo magnetico che la genera.
C: L'intensità della fem indotta dipende dall'area del circuito indotto.
D: L'intensità della fem indotta dipende dall'orientazione rispetto al campo magnetico esterno.
Vero o falsoVero o falso
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nel SI l'unità di misura del flusso del campo magnetico è il weber (Wb). 1 Wb è pari a:
A: 1 T ⋅ 1 m
B: 1 T ⋅ 1 m2
C: 1 T / 1 m2
D: 1 T ⋅ 1 m / 1 A
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il flusso del campo magnetico concatenato con una spira ha una variazione pari a ΔΦ = –12 mWb e genera all'interno del circuito una fem indotta di 3,0 V. In quanto tempo avviene tale variazione?
A: 4,0 s
B: 4,0 ms
C: 250 s
D: 36 ms
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra i seguenti dispositivi non sfrutta le correnti di Foucault per funzionare?
A: Fornello a induzione
B: Stufa elettrica
C: Cyclette
D: Freno magnetico
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera una sbarra di materiale conduttore in movimento in un campo magnetico uniforme a velocità costante:
A: Nella sbarra si genera una fem indotta per effetto della forza di Lorentz.
B: Nella sbarra non vi è movimento di elettroni perché il campo magnetico non varia.
C: La fem indotta nel conduttore non dipende dalla velocità con cui si muove.
D: Tra gli estremi della sbarra si crea una differenza di potenziale.
E: Se l'intensità del campo magnetico aumentasse a parità di velocità della sbarra la fem indotta diminuirebbe.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Considera una calamita che viene fatta passare attraverso una spira di materiale conduttore.
A: Nella spira si genera una corrente indotta e di conseguenza un campo magnetico indotto.
B: La legge di Lenz riguarda l'intensità ma non il verso della corrente indotta.
C: Per la legge di Lenz il verso della corrente indotta è tale da generare un campo magnetico che fa aumentare il flusso che l'ha generato.
D: La variazione del flusso che genera la corrente indotta può essere concorde o discorde con la variazione del flusso generato dalla corrente indotta.
E: Il principio di conservazione dell'energia vieta che la variazione del flusso del campo magnetico generato dalla calamita abbia lo stesso verso della variazione del flusso generato dalla corrente indotta nella spira.
Vero o falsoVero o falso
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

L'induttanza L di un solenoide con N spire, sezione S e lunghezza l molto maggiore del diametro delle spire è:
A: L = μ0 (N2 S)/l
B: L = μ0 (N l)/S
C: L = μ0 (N2 l)/S
D: L = μ0 (l S)/N
E: L = μ0 (N S)/l2
Scelta multiplaScelta multipla
1

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un solenoide con 200 avvolgimenti di lunghezza 10 cm e sezione 2 cm2 viene collegato in un circuito RL con un generatore di tensione costante e una resistenza di 50 Ω. Quanto vale la costante di tempo τ del circuito?
A: 2 ·102 s
B: 2 ·10-2 s
C: 2 ·10–6 s
D: 2 ·10–8 s
E: Dipende dalla tensione nel circuito.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Nelle chitarre elettriche i "pick-up" sono dei magneti avvolti da una bobina che magnetizzano le corde. Quando il musicista pizzica le corde, queste oscillano e attraverso le bobine passa della corrente che viene poi amplificata e riconvertita in suono. Quale fenomeno fisico permette la conversione del movimento delle corde in segnale elettrico?
A: L'oscillazione delle corde magnetizzate genera una corrente indotta nel manico della chitarra che viene catturato dalle bobine.
B: L'oscillazione delle corde magnetizzate produce una variazione del flusso del campo magnetico nelle bobine e quindi una corrente indotta.
C: L'oscillazione delle corde magnetizzate crea delle correnti di Foucalt che vengono raccolte nel manico della chitarra.
D: Le corde e le bobine costituiscono un circuito RL.
E: Il movimento della chitarra in un campo magnetico genera corrente elettrica nelle corde.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza