Filtri

Fisica

Le componenti di un vettore V lungo gli assi cartesiani sono Vx=8 e Vy=6. Quanto vale il modulo di V?
A: 10
B: 2
C: 14
D: 48
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il vettore somma di due vettori a e b ha modulo minimo quando l'angolo formato dai due vettori è pari a:
A: 90°
B: 45°
C: 180°
D: 0°
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se a×b=c, quale tra le seguenti uguaglianze è falsa?
A: b×a=c
B: a×b=c
C: a×(b)=c
D: a×(b)=c
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Se si moltiplica un vettore per un numero:
A: l'operazione non è possibile.
B: si ottiene come risultato un vettore di modulo più grande rispetto al vettore di partenza.
C: si ottiene come risultato un vettore che può avere lo stesso verso oppure verso opposto rispetto al vettore di partenza.
D: il risultato non è un vettore, ma uno scalare.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un versore è:
A: un vettore di modulo pari a 1.
B: un componente cartesiano di un vettore.
C: ogni vettore perpendicolare a uno degli assi coordinati.
D: un qualsiasi vettore diretto lungo uno degli assi coordinati.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Per sommare due vettori:
A: bisogna usare sempre il metodo punta-coda.
B: Bisogna usare il metodo punta-coda se i due vettori hanno lo stesso verso, altrimenti il metodo del parallelogramma.
C: si usa il metodo punta-coda oppure, indifferentemente, il metodo del parallelogramma.
D: bisogna usare sempre il metodo del parallelogramma.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La differenza tra due vettori a e b è uguale alla differenza tra b e a?
A: Sì, ma soltanto se i due vettori sono paralleli.
B: No, le due differenze sono vettori perpendicolari tra loro.
C: Sì, sempre.
D: No, le due differenze sono vettori opposti tra loro.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il prodotto vettoriale di due vettori a e b è il vettore nullo quando:
A: l'angolo formato dai due vettori vale 180°.
B: il modulo di uno dei due vettori è nullo.
C: l'angolo formato dai due vettori vale 45°.
D: i due vettori hanno la stessa direzione.
E: i due vettori sono perpendicolari tra loro.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il prodotto scalare tra due vettori a e b non nulli, che hanno lo stesso punto di applicazione e le cui direzioni formano un angolo acuto β, è:
A: un numero positivo
B: abcosβ
C: un vettore
D: uno scalare
E: absinβ
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Sui vettori a(1;2;1) e b(0;1;0) possiamo operare in vari modi per ottenere un terzo vettore oppure uno scalare. Associa a ciascuna operazione il corretto risultato.
1. a×b = ________
2. ab = ________
3. b×a  =________
4. a+b  =________
5. ba  =________
PosizionamentoPosizionamento
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il risultato del prodotto scalare tra due vettori paralleli e non nulli:
A: è uno scalare nullo.
B: è sempre un numero diverso da 0.
C: è indipendente dal verso dei due vettori.
D: è sempre maggiore di 0.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Qual è il risultato dell'espressione vettoriale a(a×b)?
A: 1
B: a
C: b
D: 0
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Calcola il vettore c dato dalla somma di a=3x^+4y^ con b=5x^6y^.

c = ________x^________y^.

Completamento apertoCompletamento aperto
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un vettore di modulo 2, con la coda nell'origine di un sistema di assi cartesiani, forma un angolo di 30° in senso antiorario con il semiasse positivo  delle x. Le componenti cartesiane del vettore sono:
A: ax=1; ay=1,7
B: ax=1,7; ay=1
C: ax=1,4; ax=1,4
D: ax=1,4; ay=1,7
Scelta multiplaScelta multipla
5

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il momento M di una forza è:
A: uno scalare dato dal prodotto della forza per il braccio.
B: un vettore avente direzione perpendicolare al piano che contiene r e F, verso dato dalla regola della mano destra e modulo Fr.
C: indipendente dal punto di applicazione della forza.
D: un vettore avente direzione parallela al piano che contiene r e F, verso dato dalla regola della mano destra e modulo Fr.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Quale tra queste grandezze fisiche non può essere rappresentata con un vettore?
A: L'accelerazione.
B: La velocità.
C: La temperatura.
D: Lo spostamento.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Il momento di una forza F:
A: è sempre diverso da zero.
B: è indipendente dal punto di applicazione della forza.
C: ha intensità uguale al prodotto dell'intensità F della forza per l'intervallo di tempo durante il quale viene esercitata.
D: ha intensità uguale al prodotto dell'intensità F della forza per il braccio b.
E: è la grandezza responsabile della rotazione di un corpo rigido.
Scelta multiplaScelta multipla
3

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La condizione per l'equilibrio di un punto materiale è che:
A: la somma delle forze applicate sia una forza che agisce sul punto stesso.
B: tutte le forze a esso applicate siano eguali a zero.
C: la risultante delle forze applicate al punto sia il vettore nullo.
D: le forze applicate sul punto abbiano tutte modulo uguale.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

Un corpo rigido fermo rimane in equilibrio se:
A: la somma vettoriale delle forze applicate su di esso è uguale a zero.
B: sia la somma vettoriale delle forze applicate a esso, sia la somma vettoriale dei momenti calcolati rispetto a un punto qualsiasi sono uguali a zero.
C: la somma vettoriale delle forze è uguale e opposta alla somma vettoriale dei momenti che si esercitano sul corpo.
D: la somma vettoriale dei momenti delle forze, calcolati rispetto a un punto qualsiasi, è uguale a zero.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza

Fisica

La velocità vettoriale media si determina:
A: dividendo lo spostamento effettuato in un dato intervallo di tempo per l'intervallo stesso.
B: dividendo la distanza percorsa in un dato intervallo di tempo per l'intervallo stesso.
C: moltiplicando la velocità scalare media per il versore che dà la direzione e il verso dello spostamento.
D: dividendo la lunghezza del percorso effettuato in un dato intervallo di tempo per l'intervallo stesso.
Scelta multiplaScelta multipla
2

Il punteggio di un esercizio è determinato
dalla difficoltà: da 1 (più facile) a 5 (più
difficile).Vuoi saperne di più? Consulta il
Centro Assistenza